FANDOM


Il mio Vicino Totoro
My Neighbor Totoro - Tonari no Totoro (Movie Poster).jpg
Locandina giapponese del film

Diretto da

Hayao Miyazaki

Prodotto da

Toru Hara

Scritto da

Hayao Miyazaki

Cast

Chika Sakamoto
Noriko Hidaka
Hitoshi Takagi

Musiche composte da

Joe Hisaishi

Cinematografia

Hisao Shirai

Edito da

Takeshi Seyama

Studio

Studio Ghibli

Distribuito da

Toho

Anno

1988

Durata

86 minuti

Budget

¥ 304.221.364

Incasso

¥ 588.000.000

Il mio vicino Totoro (となりのトトロ, Tonari no Totoro) è un film del 1988, scritto e diretto da Hayao Miyazaki, e prodotto dallo Studio Ghibli.

Il film parla di Satsuki e Mei, due sorelle rispettivamente di undici e quattro anni, le quali si trasferiscono col padre in campagna per restare più vicine alla madre, che, a causa della tubercolosi, è ricoverata in un sanatorio. Esse si accorgeranno dell'esistenza di esseri fantastici, come i Corrifuliggine, il Gattobus, e Totoro.

Nonostante gli scarsi risultati al botteghino ( poco più di 5 milioni di dollari, a fronte di un budget di 3.8 milioni di dollari), col tempo è diventato uno dei film più conosciuti dello Stduio Ghibli; inoltre il film ha vinto nel 1988 il premio nell'Animage Anime Grand Prix e le Mainichi Film Awards per il miglior film.

Nel 2002 è stato realizzato un cortometraggio derivato dal film da far proiettare nel Museo Ghibli :Mei and the Kittenbus (めいとこねこバス Mei to konekobasu).

Trama Modifica

Giappone, 1958. Le sorelle Satsuki e Mei si trasferiscono in campagna assieme al padre, professore di archeologia all'Università di Tokyo, per stare più vicine alla madre, ricoverata in un sanatorio a causa della tubercolosi. Appena arrivate, le sorelle scoprono che la loro nuova casa è infestata da degli spiritelli della fuliggine, detti Corrifuliggine, che possono essere visti solo dai bambini e che abitano le case abbandonate; quindi, a causa dell'arrivo della famiglia di Satsuki e Mei, i Corrifuliggine abbandonano nottetempo la casa per cercarne un’altra.

Un giorno Mei, mentre gioca in giardino, avvista un piccolo essere bianco con due grandi orecchie. Lo segue e ne trova un altro, simile al primo, ma più grande e dal pelo blu. Questi cercano di seminarla, ma ella li insegue fino ad un gigantesco albero di canfora. Lì ne incontra un altro, ancora più grande, dal pelo grigio e simile ad un incrocio tra una talpa, un gatto, ed un procione. Mei ribattezza lui e gli altri due esseri “Totoro” (storpiatura di tororu, troll) e si addormenta sulla pancia del più grande.  Poco dopo, Satsuki ritrova la sorella addormentata in mezzo al bosco. Mei racconta tutto alla sorella, tuttavia questa non le crede poiché pensa che se lo sia sognato.

Una sera, mentre Satsuki, con Mei addormentata sulle spalle, aspetta sotto la pioggia il padre alla fermata dell’autobus, appare Totoro. Satsuki, vedendo che Totoro si ripara dalla pioggia solo con una foglia, gli offre l’ombrello del padre. Totoro, per riconoscenza, le dà un pacchetto contenente dei semi e se ne va a bordo di un enorme gatto a dodici zampe a forma di autobus. Il giorno dopo le sorelle decidono di piantare i semi.

Passano le settimane ed i semi regalati da Totoro non crescono; tuttavia, una notte, Totoro compie una strana danza (alla quale successivamente si uniscono Satsuki e Mei)  attorno ai semi, grazie alla quale ,magicamente, germogliano.

Un giorno le sorelle scoprono, dopo aver ricevuto un telegramma, che le condizioni della madre stanno peggiorando e che quindi non può ancora tornare. Mei, quindi, decide di andare all’ospedale da sola per consegnarle una pannocchia appositamente colta; tuttavia, poiché molto piccola, si perde. Satsuki, disperata, si reca da Totoro per chiedergli aiuto. Questi, dopo esser salito in cima al proprio albero, chiama il Gattobus, il quale porta Satsuki dalla sorella. Le due, dopo essersi riunite, decidono di andare con il Gattobus dalla madre, la quale, raggiunta dal padre, sembra star bene. Nonostante i genitori non possano vederle, alla madre pare di vedere le figlie su un albero vicino alla sua finestra, sul cui davanzale trova una pannocchia con sopra scritto okaasan e (おかあさん へ, per mamma).

Cast Modifica

Personaggi Doppiatori originali Doppiatori italiani
Satsuki Kusakabe (草壁 さつき Kusakabe Satsuki) Noriko Hidaka Letizia Ciampa:
Mei Kusakabe (草壁 めい Kusakabe Mei) Chika Sakamoto Lilian Caputo
Tatsuo Kusakabe (草壁 たつお Kusakabe Tatsuo) Shigesato Itoi Oreste Baldini
Yasuko Kusakabe (草壁 靖子 Kusakabe Yasuko) Sumi Shimamoto Roberta Pellini
Totoro (トトロ ) Hitoshi Takagi Vittorio Amandola
Gattobus (ネコバス Nekobasu) Naoki Tatsuta

Produzione Modifica

Il film venne prodotto in contemporanea con Una tomba per le lucciole di Isao Takahata, come riferì poi, in un discorso, Toshio Suzuki nel 1995 al Festival internazionale del cinema d’animazione di Annecy:

“Nello stesso momento uscirono due opere dei due registri più talentuosi, era davvero uno spettacolo, che, tuttavia, si è poi rivelato essere irripetibile. La produzione di questi film fu caotica: lo Studio, infatti, stava realizzando contemporaneamente due lunghi film, ed essi dovevano avere la stessa qualità tecnica. Sembrava quasi impossibile, ma era un'opportunità che non poteva essere mancata. Sapevamo che se non l'avessimo fatto in quel momento, non ne avremmo più avuto la possibilità.”

Colonna sonora Modifica

La colonna sonora del film fu composta da Joe Hisaishi e costituisce una delle sue composizioni più famose.

I titoli di testa sono accompagnati dalla canzone Sampo, scritta da Reiko Nakagawa. Mentre la canzone Tonari no Totoro è stata composta dallo stesso Miyazaki ed è divenuta talmente celebre in Giappone, da essere insegnata addirittura nelle scuole.

La colonna sonora è stata raccolta nell’album Tonari no Totoro Saundotorakku Shū, pubblicato dalla Tokuma Shoten nel 1988. In seguito sono state messe in vendita delle versioni con arrangiamenti diversi e variazioni sul tema delle tracce contenute. [1]

Distribuzione Modifica

Totoro-blu-ray.png

Boxart Totoro Blu Ray USA

Il film uscì in Giappone il 16 aprile 1988, insieme a Una tomba per le lucciole. Nel 1993 fu distribuita dalla Fox Video (col titolo "My friend Totoro") la prima versione inglese del film, mentre una seconda versione fu distribuita dalla Disney nel 2006. In Italia un primo doppiaggio fu realizzato dalla Buena Vista International nel 1997, in previsione di un'eventuale distribuzione del film, mai avvenuta. Nel 2009 la Lucky Red, dopo aver acquisito i diritti del film, fece realizzare un secondo doppiaggio ed il film venne distribuito in DVD nel 2010.

Accoglienza Modifica

Il film è stato acclamato dalla critica. Il sito Rotten Tomatoes riporta il 93% di “freschezza”, con una media di 8.3/10 ed il seguente commento: “Il mio vicino Totoro è un commovente capolavoro che cattura la semplice grazia dell’infanzia”. [2]

Riconoscimenti Modifica

Curiosità Modifica

Fonti Modifica

  1. http://www.studioghibli.it/film/il-mio-vicino-totoro/
  2. https://www.rottentomatoes.com/m/my_neighbor_totoro
Il mio vicino Totoro
Totoro.jpg
Personaggi

Satsuki Kusakabe · Mei Kusakabe · Totoro · Gattobus · Corrifuliggine · Tatsuo Kusakabe · Yasuko Kusakabe · Nonnina · Kanta Ōgaki · Michiko · Otoko ·

Altro

Tonari no Totoro (canzone) · Sampo ·

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale